Sia l’ospite, sia la Casa hanno il diritto di risolvere il rapporto con un preavviso di almeno 15 giorni. Nell’eventualità che l’ospite non rispetti tale termine, sarà tenuto al pagamento del periodo previsto.
Nel caso di comportamenti che turbino gravemente la buona armonia della Casa, la Direzione può risolvere il rapporto con effetto immediato.
In caso di decesso tutte le spese sono a carico della famiglia o dei garanti. Gli effetti personali saranno messi a disposizione degli aventi diritto. Dopo il primo mese di degenza, in caso di decesso, dalla retta pagata per il mese in corso verrà trattenuto l’equivalente di una settimana, a titolo di rimborso per i lavori di ripristino della stanza. Nel caso in cui non si provveda a liberare la camera dagli effetti personali dell’ospite entro il mese di fine rapporto, sarà concordato con la Direzione il pagamento parziale della retta.
Nel caso l'Ospite debba essere trasferito ad altro servizio della Casa, o presso altra Struttura, la continuità delle cure viene assicurata con lettera di dimissione, scheda bisogni alla dimissione, dimissione riabilitativa, come espressamente richiamato dal Prot. " Dimisisone Ospite".